Lost & Found Podcast | S. 01 Ep. 02

John Curtis Holmes è stato un tossicodipendente, sieropositivo, pluriarrestato e incarcerato personaggio degli anni ’70 e ’80. Certo, sì, è stato anche forse il più famoso attore pornografico di tutti i tempi.

Nel 1978 John Holmes dichiarava di guadagnare circa 3.000 $ al giorno, considerando esclusivamente i proventi dalla sua attività di pornoattore. Ora, proviamo a immaginare quella cifra che tipo di valore avesse a fine anni ’70… Eppure, incredibile a dirsi, il suo consumo di cocaina andava di molto oltre le sue pur enormi possibilità economiche. In quegli anni infatti arrivò, in ordine sparso, a prostituirsi con uomini e donne, a spacciare per conto di bande criminali e a partecipare attivamente a rapine a mano armata.

Finì ripetutamente in carcere ma il problema più grosso gli derivò dal suo coinvolgimento nei cosiddetti omicidi di Wonderland, un vero e proprio caso mediatico a sfondo nero negli Stati Uniti di quel tempo. Per capirci, è come se stessimo pensando che Rocco Siffredi fosse finito alla ribalta per aver partecipato a omicidi multipli con organizzazioni criminali.

Dopo la galera le richieste di lavoro per lui, a preludio di una ancora inconscia epoca dell’entertainment, si impennarono ulteriormente. John Holmes diventò famoso in tutto il mondo grazie alle dimensioni del suo pene, vero e proprio simbolo nella cultura popolare. A metà anni ’80, però, impossibile stabilire con esattezza quando, subentra il più grosso dei problemi di John Holmes: arriva lei… l’AIDS.

Nessuno sa perché, ma il famigerato pornoattore continuò a recitare sui set non protetto, mettendo così in pericolo la vita di moltissime attrici, oltre che la sua. Nel 1986 girò persino un film in Italia, con Cicciolina. John Holmes smise di lavorare solo quando il corpo non lo resse più. Impossibile stabilire se per stacanovismo o più probabili esigenze economiche.

John Holmes continuò imperterrito con l’alcool, la cocaina e arrivò a fumare qualcosa come 5-6 pacchetti di sigarette al giorno. Prossimo alla morte, diede mandato che prima di essere cremato si controllasse che il suo pene non fosse stato escisso da qualche depravato. Di questo Holmes era letteralmente terrorizzato. Morì nel 1988. Aveva 44 anni.

Si sposò ventunenne mentre si arrangiava, svolgendo pochi lavori umili. Poi un giorno entrò nei bagni di un locale e venne notato per puro caso da un uomo che lo fece entrare nel mondo della pornografia. Tu vedi cosa comporta usare orinatoi a muro… Citando Elio e le Storie Tese: John Holmes, una vita per il cinema. Più o meno.